Carissima me

Carissima me,

ci siamo! È il momento di tirare le somme di quello che è stato ed essere propositivi su quello che sarà. So bene che a questa storia della lista dei buoni propositi per l’anno nuovo non ci hai mai creduto tanto, un minimo di sforzo però ora potresti pure farlo!

Guardiamo insieme al 2016: decisamente, per te non è stato un anno qualunque. Non è stato brutto, o troppo difficile; forse un po’ problematico da certi punti di vista. Sicuramente, è stato un anno particolare. Hai cambiato tante cose nella tua vita, anzi direi che l’hai proprio presa in mano e rivoltata. Giudica tu stessa: se il cielo vuole hai finalmente capito dove andare a parare con il lavoro, hai ritrovato la città che tanto hai amato in passato e non vedi l’ora di prenderla a morsi e goderti tutto quello che può offrirti. E, cosa non da poco, sei riuscita finalmente a delineare uno spazio tutto tuo. Un piccolo, dinamico e divertente spazio dalle forme di un blog dove hai la possibilità di esprimerti come cavolo vuoi senza doverti preoccupare troppo di scadenze, contenuti (oddio, fino a un certo punto) e approvazioni dei clienti da inseguire. Uno spazio in cui puoi prendere la parola quando vuoi su uno degli argomenti che più ti stanno a cuore: il viaggio. E, soprattutto, sei riuscita finalmente a riprendere in mano la penna (ops, la tastiera) con regolarità, tu che sin da piccolina hai sempre creduto tanto nell’azione terapeutica della scrittura. Mica poco, no?

old-1130731_1280

E a proposito di viaggi: sì, è vero che quest’anno aerei ne hai presi molti meno di due o tre anni fa, quando facevi fuori un weekend al mese. Ma smettila di lamentarti, perché posti nuovi ne hai visti tanti lo stesso: hai riscoperto la tua Sicilia, la terra che non finirai mai di conoscere abbastanza; hai avuto la fortuna di gironzolare tra Istria, Slovenia e Friuli Venezia Giulia più o meno ogni 2-3 mesi; sei stata a Firenze, hai attraversato più di mezza Italia in treno, sei tornata una marea di volte a Milano; e sai benissimo che il tuo “fare la turista” a Bologna, la splendida città in cui hai scelto di vivere, è solo agli inizi. Già solo nelle prossime settimane ti aspettano altri treni e altri giri.

È vero che il tuo sogno sarebbe entrare in un Supermercato dei Viaggi, dove passeresti ore a spulciare scaffali colmi di promozioni di voli e ostelli in offerta; ed è vero anche che se volessi fare una lista di Travel Dreams per il 2017 saresti capace di sfiorare con il pensiero tanto il Cile quanto il Sudafrica, tanto l’Islanda quanto le spiagge di Cuba. E hai ancora quella brillante idea delle due settimane di corso di tedesco a Berlino che non ti lascia mai in pace e probabilmente mai lo farà. Ma provaci anche solo per un attimo a volare basso e a buttare giù qualche idea un po’ più realistica. Ti aiuto io: che ne diresti di “accontentarti”, ad esempio, di un ponte lungo a Edimburgo? E di una pausa a Est, in una capitale come Praga o Budapest che ti attizzano tanto? Non sarebbe male anche un ritorno in Spagna, a Valencia, ad esempio. E poi, chissà, magari riusciamo a mettere in piedi quell’esplorazione balcanica che ti stuzzica da quando hai visto Belgrado. Oltre a una capatina veloce a Ravenna e a Venezia, magari, o al Conero. E a tutte le meraviglie che ancora ti aspettano in lungo e in largo per la Trinacria. Che dici? Ti conosco, adesso starai farfugliando qualcosa sul doversi sempre accontentare in questa vita e sul fatto che i viaggi che vorresti fare sono troppi e non abbiamo tutto questo tempo, ma finiscila! Sai benissimo anche tu che le cose basta volerle perché si aggiustino da sole. Con i loro tempi, forse, ma si aggiustano.

new-zealand-1882703_1280

La strada davanti a te è lunga e sai che forse non scorrerà sempre liscia; ma la vita è così e tu sei preparata. Il 2017 non è ancora iniziato e già ti pone tre sfide diverse, una più piccina e due più imponenti, ma vedrai che in un batter d’occhi arriverà giugno, l’estate è dietro l’angolo, e vuoi che entro l’estate le cose non siano andate a posto? Ma dai, non sei un caso così disperato!

Comunque, a proposito di buoni propositi, lascia perdere quelle banalità trite e ritrite come “smetterò di fumare” o “proverò a essere un po’ più accurata nei confronti del mio aspetto visto che non so per quanto ancora potrò godere del potere di bellezza e gioventù”. C’è qualcosa che potresti riprometterti sul serio di fare, proprio tu che passi taaaanto tempo a riflettere sulle cose ma una volta che hai scelto non torni più indietro: potresti imparare a fidarti del tuo istinto, ad esempio. Se lo avessi fatto prima, a quest’ora… No vabbè, lascia perdere. 

Non è che non te ne abbia date occasioni per fidarti di lui, poveraccio! Eppure hai sempre ritenuto che ci fossero in campo voci più autorevoli cui dare ascolto. Bene, nel 2017 molla tutto e segui lui, intesi?

airline-1209009_1280

Altra cosa: ricordati sempre di te. Qualsiasi strada ti si aprirà davanti, ricordati sempre di scegliere quella che ti fa stare meglio. Quella delle cose che ti piacciono. Quella degli stimoli, delle novità, delle sfide con le quali metterti alla prova. Non ti “sedere”, non ti addormentare, non ti lasciare andare. Ricordati sempre di agire e reagire. Di fare più domande invece di dare più spiegazioni. Di non accontentarti. Forse non ti è ancora dato sapere chi sarai e cosa vorrai tra qualche anno, perciò, al momento, tieni sempre bene in mente chi sei adesso. E procedi, a testa alta, lasciando indietro i rimpianti. Prenditi sempre le responsabilità delle tue scelte (ma del resto in questo sei già abbastanza brava), e fai in modo che qualsiasi cosa che ti riguardi debba dipendere da te e da te soltanto.

Carissima me, strada davanti ne hai ancora tanta. Ne macinerai ancora parecchi, di chilometri. Forse non li percorrerai tutti in aereo o in treno, come vorresti; ma posso assicurarti che, se mi ascolterai bene, sarà comunque uno splendido viaggio.

shoes-1245920_1280