Dove andare a Pasqua

Forse arrivo tardi, magari vi sarete organizzati da qualche mese e avrete già in mano i vostri biglietti addirittura da Natale. Poco male, visto che quest’anno cadono abbastanza bene anche i ponti del 25 aprile, del 1 maggio e del 2 giugno (gli ultimi due non bene ma benissimo!) e per questi forse sono ancora in tempo per dire la mia.

E quindi eccomi qui, pronta con qualche idea su dove trascorrere gli strabenedetti momenti di vacanza che ci attendono nei prossimi mesi. Destinazioni che si adattano perfettamente a viaggi della durata di 3-4 giorni. Poi, è chiaro che in 3-4 giorni non si riesce mai a vedere tutto e sarebbe bello potersi fermare settimane e settimane in un posto; ma quantomeno, nell’arco di qualche giorno, un’idea ce la si fa. Anzi, il più delle volte, 3-4 giorni sono più che sufficienti per innamorarsi di una meta (ma anche per odiarla, sempre ammesso che questa cosa possa capitare; a me, ad esempio, non è successo mai). Altro fattore, stavolta decisamente più pratico, che mi ha ispirato nella scelta dei suggerimenti è il fatto che ognuna di queste destinazioni è dotata di un aeroporto autosufficiente, roba non da poco quando si hanno pochi giorni a disposizione e non si ha voglia di sprecarli con ore e ore di scali e attese di coincidenze.

Tagliamola qui con la fiera delle banalità e partiamo!

Siviglia

30

Siviglia

Se avete voglia di un posto che vi possa dare tanto di tutto: il calore, il caldo (quello vero, nel caso lasciate perdere i ponti e decidiate di andarci in estate come ho fatto io), la bellezza, l’autenticità, il cibo, l’allegria.

Come forse già sapete, Siviglia è stata la mia prima tappa andalusa, il mio colpo di fulmine con questo Sud ricco di memoria. E, a proposito di memoria, Siviglia è la Spagna che, più di tutte, con la mente mi ha catapultato nella mia Sicilia. Se darete una sbirciata al post che le avevo dedicato tempo fa capirete subito perché. Per la serie: quando a contare sono soprattutto i dettagli. 

45

Siviglia

11

Siviglia

Belgrado

Uno dei miei primissimi racconti sul blog. Un posto che forse non è per tutti, specie per quelli che amano trovare magnificenza in ogni angolo, ma che aspetta di sicuro chi ha voglia di stupirsi. Chi ha voglia di conoscere un pezzo di Est alternativo alle grandi capitali, chi desidera scoprire, chi è disposto a tornare a casa con la testa piena di domande e la voglia di tornare al più presto da quelle parti per cercare le risposte. Chi sa divertirsi ascoltando una piccola banda locale che fa cantare e ballare tutti gli ospiti di una trattoria, chi rimane incantato davanti all’incontro tra un grande fiume e un suo affluente. Chi, dopo aver visitato musei, chiese, vie dello shopping e quartieri trendy ha ancora tempo e voglia di perdersi tra le strade, con il rischio di imbattersi in tracce che nessuno vorrebbe mai scorgere. 

IMG_3451

Belgrado

IMG_3708

Belgrado

Amburgo e Brema

Una città e il suo porto straordinario, il legame che le unisce e l’universo che tutto intorno si è creato. Scegliete di visitare Amburgo per scoprire una Germania diversa, quella dove la vita scorre parallelamente ai canali disseminati per la città, quella dove sono passati in tanti, quella dove speranze, progetti e delusioni si sono incrociati senza sosta per anni. 

La città del porto, la città con il quartiere a luci rosse, la città con uno dei Rathaus più belli di tutto il paese: etichette a parte, scopritela solo per viverla.

IMG_6955

Amburgo

IMG_6853

Amburgo

E poi, da lì, salite su un treno e prendetevi un giorno intero per andare alla scoperta di un gioiello: Brema

E qui, oltre alla bellezza, alla storia e ai parchi, incontrerete le favole. E le voci degli street artist. E l’allegria dei pub sul lungofiume. E uno dei quartieri storici più caratteristici che mi sia mai capitato di visitare.

IMG_7162

Brema

IMG_7036

Brema

Friuli Venezia Giulia

Ve ne ho già parlato così tante volte che non so neanche quali link inserire. Credo che un’occhiata a questo e a quest’altro possano rendere l’idea.

Qui sicuramente 3-4 giorni non bastano; ma qualunque itinerario programmiate state certi che andrà più che bene e, immancabilmente, vi farà venire voglia di tornare. 

IMG_2108

Friuli Venezia Giulia

IMG_2172

Friuli Venezia Giulia

Cosa cercare una volta giunti in Friuli Venezia Giulia? La nostra storia, innanzitutto; quella raccontata tra trincee, sacrari e monumenti nascosti. La natura; quella lungo i percorsi sul Carso o davanti allo specchio di uno dei tanti laghi, senza dimenticare di posare a lungo lo sguardo su uno dei mari più belli d’Italia. I borghi, le città, i paesi, da quelli più noti a quelli più sperduti. L’allegria di Trieste e la serietà di Gorizia. I tramonti sul mare e quelli tra le colline. Il cibo, quello forte, quello che a ogni morso ci racconta di contaminazioni fra almeno tre culture diverse.

dav

Friuli Venezia Giulia

Allora, dove andrete a Pasqua? 🙂