Cosa fare per il ponte del 2 giugno: cinque idee tutte italiane

Direi che conviene acchiapparlo al volo, questo ponte, visto che è l’ultimo e poi toccherà aspettare le ferie di agosto per tirare un po’ il fiato.

Magari vi siete già organizzati tutti per benino; oppure siete ancora indecisi sul partire o meno visto che avete già abbondantemente approfittato della Pasqua e degli altri ponti primaverili (il 2017 si è rivelato finora molto generoso da questo punto di vista. Ahimè, mi tocca avvisarvi che ho già dato un’occhiata al calendario del 2018 e purtroppo non sarà la stessa cosa. Motivo in più per partire per il prossimo ponte del 2 giugno). 

Nel caso non vi andasse di esplorare mete lontane e voleste invece cogliere l’occasione del 2 giugno per gironzolare a costi contenuti rimanendo in Italia vi propongo qualche idea che potrebbe fare al caso vostro. Fermo restando che i consigli che vi avevo dato per la Pasqua rimangono comunque validi.

Che dite, partiamo?

Sicilia

Ecco, qui forse non è tanto il caso di parlare di costi contenuti visto che, man mano che l’estate si avvicina, i prezzi dei voli per la Sicilia aumentano di brutto. Mettiamo però  che voi non ci arriviate in aereo oppure che abbiate comprato il biglietto già da tempo: cosa potreste vedere nella mia splendida isola durante i 3-4 giorni di un ponte?

IMG_3209

Siracusa

Diverse idee ve le ho già date in passato: potreste scegliere la bellezza senza tempo di Siracusa, per esempio; oppure optare per il mix di mare, vulcano e cultura offerto dalla mia vivace Catania (e dai suoi dintorni, non dimentichiamoli). Oppure provare a vederle entrambe, visto che distano solo un’ora di auto l’una dall’altra.

Comunque vai, con la Sicilia cadi sempre bene: se preferite scoprirla a ovest avrete l’imbarazzo della scelta tra Palermo, Trapani e dintorni o Agrigento e la sua valle dei templi (tre cose, queste, che però non possono essere viste tutte nell’arco di tre o quattro giorni). E a proposito della valle dei templi, sappiate che questo è uno dei momenti ideali dell’anno per visitarla, visto che i 40 gradi all’ombra dell’estate sono ancora lontani.

20150808_090232

Catania

Bologna

E dopo la mia terra d’origine ecco quella che mi ha adottato per ben due volte.

Ormai lo sapete: di Bologna non faccio che parlare tanto e bene (qualche idea potete farvela qui).

Cosa troverete tra i suoi portici? Sicuramente tanta storia e tanta cultura. E tante curiosità. Tanto buon cibo, che non fa mai male. Tanti, tantissimi localini, dai più eleganti ai più alternativi. E un calendario infinito di festival, eventi, tour e itinerari. E poi, il suo carattere unico: con quell’allegria e quel fermento di sottofondo che non si zittisce mai. E quell’atmosfera irripetibile difficile da trovare altrove (quantomeno in Italia).

sdr

Bologna

Ferrara

Un’altra città che per me fa tanto casa (ve ne parlo qui). Piccola, elegante, tutta da vivere tra le viuzze del centro storico e gli immensi spazi verdi che ne circondano le mura. Tutta da scoprire a piedi o in bicicletta. Piena di angoli da fotografare e di storie da raccontare.

In treno dista poco più di mezz’ora da Bologna. Io vi consiglio di provare a visitarle entrambe.

sdr

Ferrara

Lecce

Torniamo al Sud, questa volta addentrandoci in quella terra meravigliosa che è la Puglia, dove spero di tornare presto. Lecce è cuore di Barocco, quello in pietra bianca che d’estate con la luce del sole acceca. Un centro storico piccolo, tutto da girare a piedi, pieno di storia da scoprire e locali in cui fermarsi. Per poi, da lì, dirigersi verso perle come Castro e Otranto dove ritrovare la stessa poesia con, in più, uno sguardo su un mare unico nel suo genere.

IMG_4163-01

Lecce

Mantova e Cremona

Un patrimonio culturale dell’umanità, del nostro Nord e di noi tutti. Mantova è una bellezza fortissima. Piena di musei, palazzi storici e con quel suo panorama elegante cullato dall’acqua su tre lati.

S6003804-01

Mantova

E poi, a un’oretta di treno, un’altra bellezza: Cremona, la città del torrone e dei violini. Con quei suoi portici e quelle sue piazze che sanno tanto di Emilia Romagna.

Cremona 8 gallery

Cremona, foto presa da www.in-lombardia.it

Avete deciso? Dove si va, allora? 🙂