Turismo responsabile: appuntamento con il festival IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori

Itinerari a piedi e in bici, eventi, mostre fotografiche, degustazioni, concorsi e chi più ne ha più ne metta: questo e tanto altro nel programma di IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori, uno degli appuntamenti italiani più importanti per quanto riguarda il tema del turismo sostenibile.

Il festival comincia la prossima settimana a Bologna che farà da capofila, seguita da tante altre città sparse tra Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Piemonte.

Se avete voglia di curiosare nel programma completo delle singole tappe del festival vi consiglio di dare un’occhiata a questo link; troverete un calendario fitto di appuntamenti con la nostra cultura, il nostro territorio, il nostro cibo, la nostra arte ma, soprattutto, con una nuova idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi lo abita. 

sunset-538286_1280

Obiettivo della manifestazione è infatti quello di valorizzare il territorio e contribuire all’economia locale secondo valori di giustizia sociale; in altre parole, quello che il festival IT.A.CÀ intende promuovere è un’idea di viaggio responsabile, un’esperienza di conoscenza e scoperta dove non importa quale sia la meta ma ciò che accade durante il percorso. Un’idea di turismo etico e rispettoso del paesaggio, della sua comunità e del suo patrimonio artistico e culturale.

Perché il turismo può davvero concorrere alla rigenerazione, allo sviluppo e al benessere del tessuto economico e sociale di un paese. E non sarebbe male se noi appassionati viaggiatori tenessimo sempre bene in mente questo concetto: il bello del viaggio non deve risiedere solo nei posti nuovi che visitiamo e nelle foto che scattiamo ma anche nella possibilità di trasformare il viaggio stesso in un’esperienza di crescita non solo per noi ma anche per il luogo che ci ospita. Non dobbiamo essere solo noi a guadagnarci dalle nostre esplorazioni in lungo e in largo per il globo, non trovate?

Il turismo ha un potenziale immenso: se questa cosa, oltre a essere ribadita da operatori del settore, istituzioni e associazioni, entrasse anche nella testa di ogni singolo viaggiatore sarebbe un successo enorme. Io prometto d’ora in poi di farci più caso durante i miei viaggi. E voi?

Per maggiori informazioni: http://www.festivalitaca.net